27 Marzo 2024

Cosa sono i principi contabili OIC

principi oic

Cosa si intende per OIC?

L’Organismo Italiano di Contabilità (OIC) è l’ente preposto alla definizione e all’aggiornamento dei principi contabili nazionali, che stabiliscono le linee guida per la redazione dei bilanci aziendali in Italia. Questi principi sono fondamentali per garantire trasparenza, affidabilità e confrontabilità delle informazioni finanziarie delle imprese, rispondendo sia alle esigenze del mercato che alle normative vigenti, tra cui il recepimento della Direttiva contabile europea attraverso il D.lgs. 139/2015​​.

Chi applica i principi OIC?

I principi contabili OIC sono rivolti a tutte le aziende italiane che redigono il bilancio d’esercizio e consolidato, assicurando che le informazioni finanziarie presentate siano affidabili e comparabili. Questo include sia le piccole e medie imprese che le grandi società, le quali devono conformarsi a questi standard per soddisfare sia gli obblighi legali che le aspettative degli stakeholder. Sono esclusi dall’applicazione di detti principi i cosiddetti “IFRS Adopter” o le società che, al fine della redazione del bilancio d’esercizio, sono sottoposti ad altre normative regolamentari specifiche.

Che cosa sono i principi contabili applicati?

I principi contabili definiti dall’OIC coprono una vasta gamma di aspetti della contabilità aziendale, dalla valutazione delle rimanenze alla rappresentazione delle immobilizzazioni, dai criteri di consolidamento fino al trattamento delle operazioni in valuta estera. Essi forniscono un quadro normativo che guida le aziende nella corretta rappresentazione della situazione patrimoniale, finanziaria e reddituale, assicurando che il bilancio d’esercizio rifletta in modo fedele e chiaro la realtà economica dell’impresa​​.











contabilità aziendale


Quali sono i 7 postulati del bilancio?

L’OIC 11 enuncia i 7 postulati fondanti il processo di redazione del bilancio. Tali postulati rivestono un’importanza fondamentale e sono di supporto per la migliore comprensione e applicazione dei principi contabili OIC. I postulati sono:


  1. Il principio di prudenza: Invita a una valutazione conservativa delle voci di bilancio, assicurando che i profitti non siano sovrastimati e che le perdite siano adeguatamente riconosciute, per proteggere la funzione informativa del bilancio.

  2. Prospettiva della continuità aziendale: la valutazione delle voci di bilancio deve essere fatta nella prospettiva della continuazione dell’attività e quindi tenendo conto del fatto che l’azienda costituisce un complesso economico funzionante destinato alla produzione di reddito. Nella fase di preparazione del bilancio, la direzione aziendale deve effettuare una valutazione prospettica della capacità dell’azienda di continuare a costituire un complesso economico funzionante destinato alla produzione di reddito per un prevedibile arco temporale futuro, relativo a un periodo di almeno dodici mesi dalla data di riferimento del bilancio. I paragrafi 22, 23 e 24 dell’OIC 11 “Finalità e postulati del bilancio d’esercizio” trattano rispettivamente i casi in cui vi siano significative incertezze in merito a tale capacità, non vi siano ragionevoli alternative alla cessazione dell’attività, ma non si siano ancora accertate le cause di scioglimento o quando viene accertata dagli amministratori una delle cause di scioglimento. 

  3. Il principio della prevalenza della sostanza sulla forma: Indica l’importanza di riflettere la realtà economica delle operazioni aziendali oltre gli aspetti formali e legali, garantendo una rappresentazione veritiera delle posizioni finanziarie.
    Il principio di rilevanza: Assicura che il bilancio includa solo informazioni significative per gli utenti, promuovendo la chiarezza e l’efficacia comunicativa delle informazioni finanziarie.

  4. Il principio di competenza:  Esso prevede che si debba tener conto dei proventi e degli oneri di competenza dell’esercizio indipendentemente dalla data dell’incasso o del pagamento. Determina l’attribuzione di costi e ricavi agli esercizi appropriati, fondamentale per la corretta valutazione del reddito d’esercizio e la rappresentazione della performance economica dell’azienda.

  5. Costanza nei criteri di valutazione: I criteri di valutazione utilizzati nella redazione del bilancio non possano essere modificati da un esercizio all’altro. Il postulato della costanza dei criteri di valutazione permette di ottenere una omogenea misurazione dei risultati della società nel susseguirsi degli esercizi. 

  6. Il principio di rilevanza: Prevede che un’informazione è considerata rilevante quando la sua omissione o errata indicazione potrebbe ragionevolmente influenzare le decisioni prese dai destinatari primari dell’informazione di bilancio sulla base del bilancio della società. La rilevanza dei singoli elementi che compongono le voci di bilancio è giudicata nel contesto della situazione patrimoniale, economica e finanziaria dell’impresa. Il concetto di rilevanza è pervasivo nel processo di formazione del bilancio.  

  7. Comparabilità: Richiede la comparabilità nel tempo dei bilanci della stessa entità.

Quanti sono i principi contabili?

L’OIC ha pubblicato un numero significativo di principi contabili, ciascuno dedicato a specifici aspetti della contabilità aziendale. Questi vanno dalla gestione delle immobilizzazioni alla contabilizzazione delle operazioni in valuta estera, dalla valutazione delle rimanenze ai criteri per il consolidamento dei bilanci. Con l’evolversi del panorama economico e normativo, l’OIC ha introdotto nuovi principi e aggiornato quelli esistenti, come dimostra l’introduzione del principio OIC 34 sui “ricavi”​​​​​​.

Recenti aggiornamenti hanno introdotto emendamenti significativi ai principi esistenti e nuovi principi come l’OIC 34, che mira a fornire criteri chiari per la rilevazione e la valorizzazione dei ricavi, riflettendo l’impegno continuo dell’OIC nell’adattare i principi contabili alle esigenze delle aziende e alle normative in evoluzione​​​​.

Conclusioni

In conclusione, i principi contabili OIC rappresentano una componente essenziale del sistema di governance aziendale in Italia, garantendo che i bilanci siano redatti secondo criteri uniformi e trasparenti. Attraverso l’aggiornamento continuo dei principi, l’OIC segue con attenzione le evoluzioni del contesto economico-finanziario e normativo, mantenendo il bilancio aziendale uno strumento affidabile per la rappresentazione della realtà economica italiana. L’introduzione di principi come l’OIC 34 sui “ricavi” dimostra l’impegno dell’Organismo nel rispondere alle specificità e alle sfide che le aziende italiane affrontano nel contesto globale, assicurando che la contabilità nazionale rimanga al passo con le migliori pratiche internazionali​​​​​​​​.

La conoscenza e l’applicazione corretta dei principi contabili OIC sono quindi cruciali per i professionisti del settore finanziario e contabile, così come per le aziende che mirano a garantire la massima trasparenza e affidabilità delle loro informazioni finanziarie. L’OIC continua a svolgere un ruolo chiave nell’assicurare che i principi contabili nazionali riflettano le esigenze di un ambiente economico in costante evoluzione, contribuendo alla solidità e alla sostenibilità del tessuto imprenditoriale italiano.

Potrebbe interessarti anche: